Video Tutorial su come CREARE IL LIEVITO NATURALE CON SOLO ACQUA E FARINA

12/10/2023

Come far nascere il lievito naturale in coltura liquida (Li.Co.Li) senza starter e con solo 2 ingredienti: acqua e farina, ecco il video con tutti i passaggi

Era il lontano 2016 quando ho fatto nascere il mio primo lievito in coltura liquida (Li.Co.Li o licoli), per vedere come tutto è iniziato clicca QUI.

Da allora ne è passata acqua sotto i ponti, o meglio ne ho sfornati di lievitati con il mio licoli.

Qualche mese fa, però l’ho abbandonato completamente e siccome non ero sicura di riuscire a rianimarlo ho deciso di ripartire da zero.

Questa volta non ho usato starter (la buccia di mela come nel 2016, o miele, o zucchero od altro), ho usato solo 2 ingredienti: acqua (NON DEL RUBINETTO) e farina tipo 1 (ne ho consumato un kg esatto – purtroppo c’è un po’ di spreco all’inizio, ma ne vale veramente la pena!)

Ho iniziato l’1 ottobre, appuntando tutti i passaggi su un foglio, ed il mio lievito madre posso dire che sia ufficialmente nato, e pronto all’uso, il 9 ottobre!!

Primissimo tentativo con solo farina e solo acqua, come sarà andata?

A dir la verità la settimana prima avevo impastato 50 gr di farina e 50 gr di acqua, e, sempre a dir la verità, l’indomani la massa era più che raddoppiata, e mi ero rallegrata di esserci riuscita al primo colpo. La sorpresa è stata quando ho annusato il vasetto: un odore di formaggio andato a male, qualcosa di nauseabondo. Non contenta, ho voluto tentare la sorte, ed ho fatto un paio di rinfreschi per i 2 giorni successivi, ma la massa non si è mossa più di un mm. Tutto nel secchio dell’umido! Ma mai demordere…

Come far nascere il lievito naturale liquido con solo 2 ingredienti (senza starter)?

Domanda semplice, a cui segue risposta semplice: impastando solo 2 ingredienti, quali farina (meglio se poco trattata, la farina di tipo 1 è l’ideale per iniziare ) ed acqua naturale (meglio se di bottiglia o comunque filtrata).

Prima di iniziare (anche se sembrerà banale), laviamo accuratamente le mani e tutti gli utensili che utilizzeremo, facciamo attenzione che il contenitore in cui riporremo il nostro Lievito naturale liquido sia privo di tracce di detersivo.

Dobbiamo evitare qualsiasi tipo di contaminazione nociva, ricordiamoci che la pasta madre è viva!

In un contenitore pesiamo 50 gr di farina tipo 1 e 50 gr di acqua a temperatura ambiente (NO DI RUBINETTO, deve essere di bottiglia o depurata), con una forchetta amalgamiamo questi due ingredienti, in modo da avere un impasto liquido ma omogeneo.

Trasferiamo in un contenitore di vetro, meglio se di forma cilindrica, e segniamo il volume della massa (aiutiamoci con un elastico).

Teniamo a Temperatura ambiente (ma ci dovranno essere almeno 24-26°C).

In questa prima fase dovremmo aspettare il raddoppio della massa.

Il mio Li.Co.li dalle ore 19.00 dell’1 ottobre è raddoppiato alle ore 21.00 del 2 ottobre.

Di seguito il video su come creare da zero la pasta madre liquida, dura pochi minuti, guardalo prima di iniziare.

Quindi, quando avremo il nostro quasi lievito madre al raddoppio, laviamo le mani, pesiamo 50 gr di farina tipo 1, 50 gr di acqua naturale e prendiamo un barattolo di vetro pulito (sempre se possibile cilindrico o comunque più alto che largo).

Sforchettiamo il lievito al raddoppio e preleviamone solo 50 gr (il resto andrà buttato).

Nel contenitore di vetro pulito versiamo i 50 gr di acqua ed i 50 gr di licoli presi dalla massa, mescoliamo con una forchetta fino a formare una massa schiumosa.

Aggiungiamo i 50 gr di farina tipo 1 ed amalgamiamo ancora con la forchetta.

Ripuliamo i bordi del contenitore con una spatola, segniamo il livello della massa (io mi aiuto con il solito elastico) e rimettiamo a temperatura ambiente (comunque almeno 26-27°C) fino al raddoppio (per me, il 3 ottobre alle ore 14.00).

Al raddoppio rinfreschiamo di nuovo, man mano che rinfrescheremo diminuirà il tempo tra un raddoppio ed un altro.

Per il rinfresco preleviamo sempre 50 gr di Licoli (dopo averlo amalgamato con una forchetta) e mescoliamo con 50 gr di acqua e 50 gr di farina tipo 1. Riposo a temperatura di 26-27°C ed aspettiamo il raddoppio.

Se volete avere un’idea dei tempi, questa la mia tabella di marcia, ma prendetela con le pinze (devo dire che molti rinfreschi li ho posticipati per motivi di lavoro)

Dopo il rinfresco del 3 ottobre alle ore 14.00

4 ottobre:

  • alle ore 7.00 raddoppiato e successivo rinfresco
  • alle ore 22.00 raddoppiato e successivo rinfresco

5 ottobre

  • ore 7.00 raddoppiato e rinfresco
  • ore 10.00 quasi raddoppiato, sposto in frigo
  • ore 13.00 raddoppiato completamente (in frigo) e rinfresco
  • ore 17.00 raddoppiato, sposto in frigo senza rinfrescare

6 ottobre

  • ore 7.00 raddoppiato (in frigo), rinfresco
  • ore 13.30 raddoppiato, rinfresco
  • ore 15.30 quasi raddoppiato sposto in frigo senza rinfrescare

7 ottobre

  • ore 7.30 rinfresco e lascio a temperatura ambiente
  • ore 10.30 raddoppiato, rinfresco
  • ore 13.30 raddoppiato, rinfresco
  • ore 18.34 quasi triplicato, rinfresco
  • ore 23.30 raddoppiato, rinfresco.

8 ottobre

  • ore 9.00 triplicato, inizia a collassare, rinfresco
  • ore 11.30 quasi raddoppiato, aspetto
  • ore 12.30 più che triplicato, rinfresco
  • ore 17.00 triplicato ed iniziato a collassare, rinfresco
  • ore 20.15 raddoppiato, rinfresco
  • ore 21.00 sposto in frigo

9 ottobre

  • ore 7.00 controllo il lievito madre liquido in frigo, è quasi a metà del raddoppio, lascio in frigo
  • ore 21.30 controllo la pasta madre liquida in frigo, è più che raddoppiata, faccio rinfresco

Vi ripeto, non vi fissate sulle mie tempistiche, valutate il raddoppio del vostro lievito naturale, odoratelo spesso (deve avere odore di yogurt) ed abbiate pazienza.

Adesso rinfresco così:

100 gr di licoli preso dal barattolo (dopo avergli dato una mescolata), 100 gr di acqua (facciamo fare la schiumetta) ed aggiungiamo 50 gr di farina integrale e 50 gr di farina manitoba.

Lascio a temperatura ambiente (26-27°C) per 20 minuti circa e passo in frigo.

Guarda il video:

Ho già utilizzato il Li.Co.Li in qualche ricetta, ma a lievitazione mista, quindi con l’aggiunta di lievito di birra.

Man mano che continuerò con i rinfreschi tenterò con una lievitazione al 100% naturale.

Per altro sul Lievito Naturale in coltura liquida guardo qui:

E’ ora attivo il nostro canale whatsapp. Seguire un canale whatsapp è facilissimo, basta cliccare il bottone sotto ed, in totale anonimato, potrai ricevere tutte le notizie del nostro canale. Nessuno potrà visualizzare il tuo numero di telefono, la foto profilo o qualsiasi altro tuo dato (nemmeno l’amministratore del canale stesso). Iscrivendoti avrai accesso a contenuti esclusivi, ricette in anteprima, videotutorial, etc… e non ti preoccupare non pubblicheremo più di un post al giorno! Entra anche tu nel canale GOLOSE RICETTE e non perdere nessuna golosa novità.

Scrivere questa ricetta ha richiesto tempo ed impegno: aiutaci a condividere questo post, a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Farlo è facilissimo basta cliccare sui pulsanti di condivisione in basso!!! Inoltre, entra a far parte del nostro gruppo fb Golose Ricette, sarà ancora più semplice mettersi in contatto con noi e rimanere aggiornati!! Seguici anche su Instagram: aiutaci a crescere!

Join the Conversation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Like
Close
Copyright © 2022 GOLOSERICETTE.IT.
All rights reserved.
Close