Tarte Tropezienne ricetta con LICOLI (lievito naturale liquido)

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
250 gr Farina per lievitati (quindi ad alto contenuto di proteine)
100 gr Licoli (lievito naturale liquido) già rinfrescato
135 gr Uova
20 gr Zucchero semolato
130 gr Burro deve esser molto morbido
q.b. Semi di vaniglia
4 gr Sale
Per farcire e decorare:
q.b. panna zuccherata
q.b. Zucchero a velo

Tarte Tropezienne ricetta con LICOLI (lievito naturale liquido)

Soffici brioches, dal piacevole aroma di burro, che si sciolgono in bocca!

  • 50 minuti + i tempi della lievitazione
  • Serves 10
  • Medium

Ingredients

  • Per farcire e decorare:

Directions

Share
Tarte Tropezienne
Tarte Tropezienne

 

Oggi, con la ricetta della Tarte Tropezienne, si va oltre confine, si arriva in Francia…

La versione originale la trovate qui… naturalmente in lingua francese. Io l’ho convertita al LICOLI (lievito in coltura liquida) ed adattata ai miei tempi (sono schiava del tempo!!)

 

A dir la verità, non so se si può parlare di Tarte Tropezienne originale, la pasta brioche è quella, cambia la farcitura… io ho voluto provare solo con panna, a mo’ di maritozzo!!! (e mi sono appena resa conto che sul sito, ancora, non c’è una ricetta di maritozzo!!! come ho fatto a trascurare il maritozzo!!!!)

"<yoastmark

 

Caratteristica principale di questo dolce: la presenza di una grande quantità di burro, che rende la mollica filante e talmente soffice da sciogliersi letteralmente in bocca!! Insomma, una vera goduria per il palato.

 

Ps. naturalmente ricordate che il LICOLI deve essere attivo e ben rinfrescato (soprattutto a causa delle alte percentuali di uova e di burro) altrimenti potreste avere problemi con la lievitazione. Se non siete sicuri della forza del vostro lievito naturale liquido, non demordete, basta aggiungere dai 2 ai 5 gr di lievito di birra fresco (otterrete un dolce a lievitazione mista che combina la sicurezza della lievitazione con lievito di birra agli aromi della lievitazione con pasta madre!)

 

(Visited 445 times, 1 visits today)

Steps

1
Done

Prepariamo l'impasto

Da fare la sera prima o la mattina presto, possiamo lasciare in frigo la pasta pronta dalle 4 alle 12 h - regoliamoci in base ai nostri impegni!
Nella ciotola della planetaria (munita di gancio), cominciamo ad impastare la farina con il LICOLI (lievito naturale liquido).
Continuando ad impastare, aggiungiamo lo zucchero semolato ed i liquidi, cioè i tuorli leggermente sbattuti.
ATTENZIONE - aggiungete le uova, in piccole quantità facendo assorbire bene prima della successiva aggiunta, in modo da incordare l'impasto.

2
Done

Dopo aver fatto incorporare tutte le uova, aromatizziamo la massa con i semi della vaniglia ed aggiungiamo il sale.
Continuando a lavorare con la planetaria, aggiungiamo a cucchiaiate il burro (facendolo assorbire bene prima di ogni successiva aggiunta).
Il composto a questo punto potrebbe "smollare", diventare una pappetta... non demordete, aggiungete lentamente il burro ed aumentate la velocità della planetaria.
Il composto dovrà staccarsi dalle pareti della ciotola ed aggrapparsi al gancio.

3
Done
dalle 4 alle 12 ore

Puntata e riposo in frigo

Togliamo il composto dalla ciotola, passandolo sul tavolo (se non infarinato è meglio) ed aiutandoci con un tarocco cerchiamo di farne una palla, che trasferiremo di nuovo nella ciotola, copriremo con pellicola e metteremo in frigo a riposare, dopo averla lasciata a temperatura ambiente una trentina di minuti.

4
Done

Dopo il riposo in frigo

Il mattino dopo o nel tardo pomeriggio (dipende da quando abbiamo cominciato ad impastare) riprendiamo la nostra pasta brioche e la porzioniamo in palline da 60 gr circa.
Pirliamo ciascuna pallina (cioè la arrotondiamo per bene), ne schiacciamo la superficie e mettiamo a lievitare su una teglia coperta da carta forno.
Facciamo raddoppiare e prima di infornare spennelliamo con del tuorlo (io non l'ho fatto).
Cuociamo in forno già caldo a 180°C per 15-20 minuti.

5
Done

Quando le nostre brioches sono dorate, togliamo dal forno e facciamo raffreddare su una gratella.
A questo punto, io ho tagliato a metà e farcito con panna montata, ultimando con una spolverata di zucchero a velo!!

6
Done

Sono ottime anche senza panna o nella versione originale farcite di una particolare crema (una combinazione di crema pasticcera e meringa)...
Provatele e fatemi sapere!!

Alle prossime golose ricette!!

admin

torta di rose con LICOLI
previous
Il danubio che diventa torta di rose – ricetta con LICOLI
Babà al limoncello Montersino
next
Babà al limoncello e cardamomo – ricetta di Luca Montersino
torta di rose con LICOLI
previous
Il danubio che diventa torta di rose – ricetta con LICOLI
Babà al limoncello Montersino
next
Babà al limoncello e cardamomo – ricetta di Luca Montersino

Add Your Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.