• Home
  • CROSTATE
  • Crostata mimosa – non la solita torta per tutte le Donne
Crostata mimosa – non la solita torta per tutte le Donne

Condividilo sul tuo social network:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Pasta frolla
400 gr Farina 00
100 gr Farina di semola rimacinata
150 gr Zucchero semolato
100 gr Uova
3 gr Sale
10 gr Succo di limone
3 gr Lievito per dolci in polvere
Aroma a piacere Buccia grattugiata di arancia, limone... semi di vaniglia
Crema pasticcera
500 gr Latte
120 gr Zucchero semolato
n. 4 Tuorli d'uovo
30 gr Farina 00
25 gr Maizena detto anche amido di mais
q.b. Aroma a piacere io buccia grattugiata di limone e semi di vaniglia
un pizzico Sale
Pan di Spagna
300 gr Uova meglio se a temperatura ambiente
160 gr Zucchero semolato
130 gr Farina 00
35 gr fecola di patate
un pizzico Sale
q.b. Aroma a piacere io buccia grattugiata di limone
Per terminare il dolce:
Bagna per dolci in questo caso al maraschino

Crostata mimosa – non la solita torta per tutte le Donne

Cucina:
  • 90-120 minuti
  • Media

Ingredienti

  • Pasta frolla

  • Crema pasticcera

  • Pan di Spagna

  • Per terminare il dolce:

Indicazioni

Condividi

Ed anche quest’anno arrivo in ritardo nel postare un dolce in occasione dell’8 marzo “Festa della donna”.

Puntualizzando che ogni giorno dovrebbe essere la festa della donna, come la festa del papà, della mamma, della nonna, dell’essere umano! una ricorrenza rende obbligatorio preparare un dolce.

E presto o tardi, mi sono messa all’opera, dopo l’ottima riuscita della Torta mimosa, per scoprire come prepararne una perfetta clicca qui!!! non potevo no

Non ho voluto stravolgere completamente il dolce tipico di questo giorno, solo renderlo più accattivante, più moderno!

Così ho optato per racchiudere la crema pasticcera ed il pan di spagna in un guscio di friabile pasta frolla, lasciando la decorazione uguale alla torta classica:

IMG_2942-300x205 Crostata mimosa - non la solita torta per tutte le Donne
Crostata mimosa

Le ricette di tutte le preparazioni sono del grande maestro Adriano Continisio (del blog Profumo di lievito)

Passaggi

1
Fatto

Pasta frolla

Possiamo decidere di prepararla con il Bimby, con la planetaria munita di frusta a K oppure con le nostre braccine forzute. In tutti i casi, IMPORTANTISSIMO, seguire l'ordine di inserimento degli ingredienti.
Lavorare prima le farine, lievito per dolci, zucchero, burro, aromi, sale ed amalgamare il tutto fino ad ottenere la consistenza della sabbia bagnata (questa operazione si chiama sabbiatura). Solo a questo punto aggiungere le uova e lavorare il tanto che basta per ottenere un composto omogeneo e ben compattato. Fare un panetto rettangolare e chiudere con pellicola. Mettere in frigo qualche ora.
Io ho preparato il panetto la sera prima.

2
Fatto

Formatura e cottura della pasta frolla

Dopo il riposo in frigo, riprendere la pasta frolla e stendere ad uno spessore di 5 mm circa, aiutandosi con poca farina.
Mettere la foglia di pasta frolla all'interno dello stampo (io ho usato uno stampo da 24 cm di diametro), bucherellare e coprire, prima, con carta forno o con alluminio e, poi, con legumi secchi o gli appositi pesetti.
Fare riposare in frigo qualche ora.
Cuocere in bianco (cioè senza ripieno) per 25-30 minuti a 175°C, togliendo la carta con i legumi dopo i primi 10-12 minuti di cottura.

3
Fatto

Crema pasticcera

Io ho usato il Bimby: mettere tutti gli ingredienti nel boccale, cuocere 5-6 minuti a 90°C vel. 4 - valutare sempre la consistenza della crema, se secondo voi è ancora troppo liquida, proseguire per altri 2 minuti. Togliere dal boccale, mettere in una ciotola e coprire con pellicola a contatto. Far raffreddare completamente.

Per la cottura tradizionale in pentola: scaldare il latte con gli aromi scelti. In una ciotola amalgamare i tuorli con lo zucchero e la farina. Quando il latte è caldo versarlo sui tuorli e continuare a mescolare, rimettere sul fuoco e portare a cottura (senza smettere di mescolare per evitare che si attacchi). Mettere a raffreddare, coprendo con pellicola a contatto.

4
Fatto

PAN DI SPAGNA

Per preparare il pan di spagna, montare (con le fruste elettriche o la planetaria) le uova intere con lo zucchero, a massima velocità, finchè si ottiene la consistenza di una crema densa e soffice (ci vorranno almeno 10-12 minuti con una buona planetaria, il doppio con le fruste elettriche più piccole)
Intanto, setacciare la farina.
Quando la montata sembra pronta, sollevare la frusta e lasciare cadere il composto nella ciotola, se il filo di pasta “scrive”, cioè resta un po’ in superficie prima di affondare, il composto è montato al punto giusto, altrimenti continuare a montare fino a quando scriverà!!!
Aggiungere la farina, mescolando a mano con una frusta, incorporando tutto senza smontare il composto… Mescolare con un movimento continuo che va dal basso verso l’alto, finchè tutta la farina è incorporata…
Versare in uno stampo da 26 cm di diametro.

5
Fatto

Cottura del pan di spagna

Far cuocere in forno già caldo a 175°C per 25-30 minuti…
Al termine dei 25 minuti, fare la prova stecchino, se ne esce asciutto, sfornare, togliere dallo stampo e far raffreddare su una gratella.
Quando è ben freddo tagliare in almeno 3 strati dello spessore uniforme.

6
Fatto

Assemblare la crostata mimosa

Prendere il guscio di pasta frolla cotto e spalmare uno strato sottile di crema, continuare con uno strato di pan di spagna, cospargere di bagna al maraschino, spalmare un altro strato di crema pasticcera.

7
Fatto

Continuare con un altro strato di pan di spagna, bagnare con il maraschino, terminare con uno strato più sottile di crema e decorare con dei cubetti di pan di spagna (che avremo ottenuto da uno dei tre strati di pan di spagna tagliati in precedenza).

8
Fatto

Riposo in frigo

Far riposare in frigo qualche ora e prima di servire dare una leggera spolverata di zucchero a velo

admin

Brioche sfogliata di Adriano Continisio con Licoli
Precedente
Brioche sfogliata di Adriano Continisio con Licoli
Migliaccio con gocce di cioccolato
Successivo
Non chiamatelo Migliaccio con ricotta: si arrabbia!
Brioche sfogliata di Adriano Continisio con Licoli
Precedente
Brioche sfogliata di Adriano Continisio con Licoli
Migliaccio con gocce di cioccolato
Successivo
Non chiamatelo Migliaccio con ricotta: si arrabbia!

Aggiungi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Preference Center

    Necessary

    Advertising

    Analytics

    Other