LIEVITO MADRE LIQUIDO – LICOLI – facciamolo nascere

19 Novembre 2017

Per le ricette golose a lievitazione naturale avevo bisogno del LIEVITO MADRE LIQUIDO: il LICOLI

LICOLI – (lievito madre liquido) ecco come l’ho fatto nascere:

Tutto ciò che ho fatto (errori commessi compresi)

2016

16 gennaioQuesta mattina ho messo 50 gr di buccia di mela con 50 gr di acqua in un vasetto di vetro ben chiuso… Lascerò il tutto a temperatura ambiente per 24 ore…

17 gennaio – Ore 12.30, scolato le bucce dall’acqua, ho pesato pari quantità di acqua e di farina Manitoba (40 GR ognuna). Ho riutilizzato il solito vasetto, mescolando insieme farina ed acqua di macerazione delle bucce di mela. Ho chiuso il vasetto con una garza pulita e messo a riposare a temperatura ambiente…

18 gennaio – Finalmente, finalmente è davvero nato…

Il vasetto ieri alle 13 era pieno per poco meno della metà…. È questa mattina la tanto attesa sorpresa!

In superficie tante bollicine ed un odore gradevolmente acido, che aspettavo di sentire da tanto tempo.

19 gennaio – Questa mattina alle ore 8.30, ho tolto un cucchiaio di massa dalla superficie, ho mescolato il tutto ed aggiunto 20 gr di farina di forza e 20 gr di acqua a temperatura ambiente. Mescolato per bene e diviso in due, una parte in un vasetto nuovo e l’altra nel vasetto in cui il lievito è nato, voglio vedere se cambia qualcosa nel suo sviluppo!

25 gennaio – Sto rinfrescando ogni giorno, togliendo un cucchiaio di impasto ed aggiungendo 20 gr di farina integrale e 20 gr di acqua tiepida e mescolando il tutto con le fruste elettriche.

Dopo 8 ore il lievito raddoppia, ma ancora non è mai triplicato di volume.

Continuo a rinfrescare ogni volta che, dopo la lievitazione, collassa. 
Continuo a rinfrescare ogni 24 ore, ma non vedo queste esplosioni di lievitazioni che molto decantano. Ieri ho fatto un rinfresco con pari quantità di lievito, pari quantità di farina e pari quantità di acqua, mescolando sempre con le fruste elettriche.

Oggi era raddoppiato di volume, ma al triplo non siamo mai arrivati.

Così oggi ho aumentato il livello di idratazione, portandola al 130%, quindi ho aggiunto al lievito 20 gr. di farina Manitoba e 26 gr. Di acqua, mescolando con le fruste. Dopo 8 ore la lievitazione era davvero minima…

La mia avventura con lievito madre liquido, LICOLI, continua tra alti e bassi:

Mi sto demoralizzando…

Vorrei capire dove sbaglio…

27 gennaio ore 19.40 – visto che le lievitazioni sono molto lente ho deciso di aggiungere un mezzo cucchiaino di miele al LM: pesato il lievito madre (80gr) aggiunto 20 gr di acqua ta – frullato 1 minuto circa – aggiunto 20 gr di farina Manitoba – frullato un altro minuto circa. Messo in forno spento con Lucina accesa in un vasetto di vetro coperto con della garza umida. Questa mattina alle 6.00 il lievito era traboccato (il forno era sporco ma io very happy), speriamo proceda così 

28 gennaio ore 6.45 – dopo la piccola esplosione di questa notte, faccio un nuovo rinfresco : peso il LM (60 Gr) aggiungo 18 gr di acqua a ta – frullo 1 minuto circa – aggiungo 18 gr di farina Manitoba – frullo un altro minuto circa. Copro il vaso di vetro con garba umida, di nuovo in forno ( non accendo la Lucina adesso, è abbastanza caldo)… Vediamo cosa succede tra qualche ora, se è attivo verso le 9-10 dovrebbe essere raddoppiato…
28 gennaio ore 14.00 – la lievitazione è davvero minima, la massa è molto schiumosa, piena di piccole bolle… Procedo ad un altro rinfresco (penso di sprecare solo farina)… Peso 100 gr di licoli ed aggiungo 30 gr di acqua a ta e 30 gr di Manitoba (frullando con le fruste) … Metto a riposare in forno spento con Luce accesa.

29 gennaio ore 7.30. – lievitazione assente, la solita massa schiumosa (fatta da tante piccole bollicine, ma senza accenno di elevazione), così decido di divider lo pseudo lievito:

– una parte di 20 gr di lievito la amalgamo a 20 gr di acqua e 20 gr di farina integrale (mescolo tutto con un cucchiaio) ed aggiungo un mezzo cucchiaino di aceto balsamico

– il resto dello pseudo lievito lo lascio a maturare senza rinfresco
Metto tutto in una ciotola coperta da un pile, nel forno spento con luce accesa

29 gennaio ore 16.00 …

Procedo al rinfresco solo del lml a cui ho aggiunto l’aceto (l’altro lo butto): ore 22.50 del 29 gennaio – vado ad occhio, e mescolo 2 cucchiai di acqua e quanto basta di farina di semola rimacinata di grano duro per avere una consistenza cremosa che crei un po’ di opposizione al cucchiaio durante il mescolamento (mescolo a mano, incorporando aria)

30 gennaio ore 8.00 – il lievito è collassato, ma si vede il segno del raddoppio ed oltre, rinfresco, sempre ad occhio, come ieri e metto a riposare coperto da una sciarpa di paile nel forno spento (anche la luce)

30 gennaio ore 14 – rinfresco nuovamente, aggiungendo 20 gr di acqua e 20 gr di farina di semola

30 gennaio ore 19 – ormai raddoppia e collassa in meno di 6 ore – rinfresco nuovamente con 20 gr di acqua e 20 gr di farina di semola

31 gennaio ore 9.30 – rinfresco con 20 gr di acqua e 20 gr di farina di semola

31 gennaio ore 14.00 – lievito già collassato dopo il raddoppio – rinfresco con 30 gr di acqua e 10 gr di farina di semola e 20 gr di Manitoba … Alle 16.45 ecco com’era : la massa arriva alla fine superiore della scritta, quindi è più che raddoppiato in meno di 3 ore… 
Volevo utilizzarlo per far lievitare l’impasto di una pizza, ma non so’ ancora (non vorrei rimanere delusa dalle sue prestazioni)… Intanto aspetto che arrivi al triplo per rinfrescare… E poi penso di mettere in frigo…

lievito madre liquido - licoli
lievito madre liquido – licoli

31 gennaio ore 19.00 altro rinfresco... 100 gr di lievito, 30 gr di acqua e 30 gr di farina (20 Manitoba e 10 semola)… – non ho resistito e con 50 gr di licoli ho impastato il Poolish per i primi panini a latte a lievitazione naturale con LICOLI.

panini semidolci con lievito madre liquido – licoli

1 febbraio – ore 7.00 – ultimo rinfresco – peso il Licoli ed aggiungo uguale quantità di acqua ed uguale quantità di farina – nel mio caso: 100 gr di LICOLI, 100 gr di acqua e 100 gr di farina (70 gr Manitoba e 30 gr semola)… Ho lasciato raddoppiare, e dopo aver chiuso il vaso a chiusura ermetica ho riposto in frigo nella parte meno fredda. (Prima di mettere a riposare ho preso 10 gr di LICOLI per fare la torta di rosa).

torta di rose con lievito madre liquido – licoli

Sono molto soddisfatta… Finalmente è nato il mio LICOLI, adesso con le prove di panificazione valuterò il suo grado di acidità e la sua forza nella lievitazione!!!!

Lievito madre liquido, licoli, triplicato –

A presto.
Siamo a novembre 2017 ed il mio lievito madre liquido, LICOLI è ancora in frigo pronto per aiutare la lievitazione di tutte le mie ricette golose a lievitazione naturale.

Alla prossima ricetta golosa, magari proprio con il lievito madre liquido, LICOLI, ed ecco come prendervene cura!

Clicca qui per scoprire come realizzare una piccola cella di lievitazione per i tuoi lievitati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Like
Close
Copyright © 2022 GOLOSERICETTE.IT.
All rights reserved.
Close